Uomo Cervo – “Gl Cierv” – Castelnuovo al Volturno –  Il mistero di un antichissimo Rito

A Castelnuovo al Volturno torna l’appuntamento con l’Uomo Cervo

Domenica 26 febbraio 2017 si darà vita all’antica rappresentazione della maschera antropomorfa de l’Uomo Cervo. “Gl Cierv” vede la luce ogni anno l’ultima domenica di carnevale nella piazza di Castelnuovo, scenario unico e suggestivo ai piedi delle Mainarde.

 

Uomo Cervo una maschera di Carnevale antichissima

Il rito dell’Uomo Cervo ha origini antichissime, la maschera nel corso del tempo ha assunto le caratteristiche del Carnevale quindi una rappresentazione in ambito cristiano.

Ma il simbolismo di purificazione e di auspicio di prosperità (raccolto) per il futuro imminente e la fine della stagione invernale, quindi il sopraggiungere della primavera è da ricercarsi nei Lupercalia romani.

 

Un rituale rinnovato anche quest’anno grazie all’associazione Il Cervo

L’evento della maschera antropomorfa de’ Gl Cierv sarà riproposto come ogni anno grazie all’impegno profuso dai ragazzi dell’associazione culturale “Il Cervo” di Castelnuovo al Volturno. Infatti i preparativi e le prove tecniche dello spettacolo vanno avanti da mesi. Un plauso va fatto anche a tutti i volontari ed abitanti del posto che collaboreranno per la riuscita dell’evento.

 

Il programma della manifestazione dell’Uomo Cervo

  • 16.30 – Esibizione del gruppo Folk “La Teglia” di San Polo Matese (CB).
  • 18.30 Gl Cierv – Antichissimo Rito dell’Uomo Cervo.
  • 19.30 – Stand gastronomico riscaldato con specialità e prodotti tipici del luogo.

 

“Al calare della luce, entra nel vivo lo spettacolo, le Ianare guidate dal Maone squarciano l’allegria e la rassicurante atmosfera dei suoni e dei canti popolari.

Danze e tamburi tribali fanno da preludio all’entrata in scena della forza distruttice della natura dell’Uomo Cervo.

Impetuoso e devastante, Gl Cierv scende dal bosco distruggendo tutto ciò che trova davanti. È la rappresentazione dell’inverno del freddo e della fame.

Martino prima e il Cacciatore dopo sono gli sciamani che tengono banco alla forza dell’Uomo Cervo. Con un colpo di fucile lo stende a terra e tra il silenzio della folla gli ridona la vita rendendolo puro e libero, per una nuova vita tra i monti delle Mainarde.

Questo simbolismo segna la fine della stagione invernale.”

 

CONTATTI

Associazione Culturale Il Cervo

Corso Risorgimento, 61

86070 – Castelnuovo al Volturno (IS)

338.7788.993 – 320.3616.375

 

www.uomocervo.org

facebook.com/uomocervo

Un articolo interessante de La Stampa sull’Uomo Cervo QUI

Un altro articolo del 2017 QUI

Guarda anche: